frasi sulla danza

Io ho molti libri sulla danza e in uno “io ballerina speciale” scritto da Roberto Baiocchi, un famoso ballerino, ci sono molte frasi sulla danza che mi sono piaciute moltissimo e ne riporto qualcuna che mi ha colpito di più qui sotto!

 

La danza è tutta la mia vita. Esiste in me una predestinazione, uno spirito che non tutti hanno. Devo portare fino in fondo questo destino: intrapresa questa via non si può più tornare indietro. È la mia condanna, forse, ma anche la mia felicità. Se mi chiedessero quando smetterò di danzare, risponderei “quando finirò di vivere”.

RUDOLPH NUREYEV

La danza è una delle rare attività umane in cui l’uomo si trova totalmente impegnato: corpo, cuore e spirito. Per il bambino danzare è importante quanto parlare, contare o imparare la geografia. É essenziale per il bambino, nato danzante, non dissipare questo linguaggio sotto l’influsso di un’educazione repressiva e frustante.

MAURICE BÉJART

Ascoltate la musica con l’anima. Non sentite un essere interiore che vi si risveglia dentro? È per lui che la testa vi si drizza, che le braccia si sollevano, che camminate lentamente verso la luce. E questo risveglio è il primo passo della danza come la concepisco io.

ISADORA DUNCAN

La danza, come la vita, è ricca di fantasia, piena di armonia e ha un linguaggio universale,  è un sogno di gioia, che si realizza ogni giorno, imparando passo a passo il difficile mestiere di un danzatore. La danza fa parte della nostra vita.

IRKIN SULTANOV

La musica e il ballo… la musica e il ballo: ecco tutto quanto occorre… Nulla è così necessario agli uomini come il ballo… Senza il ballo, un uomo non saprebbe far nulla…  Quando un uomo ha commesso uno sbaglio nella propria condotta, sia negli affari di famiglia, sia nel governo di uno stato, sia nel comando di un esercito, non si dice sempre: “Il tale ha fatto un passo falso in un certo affare”? E fare un passo falso, da cosa deriva se non dall’ignoranza del ballo?

MOLIÈRE

Perché dipingo la danza? È il movimento della gente e delle cose che ci consola. Se le foglie degli alberi non si muovessero, gli alberi sarebbero infinitamente tristi e la loro tristezza sarebbe la nostra.

 EDGAR DEGAS

Tra tutte queste frasi quella più bella e che condivido è quella di Rudolph Nureyev, soprattutto nell’ultima parte: “Se mi chiedessero quando smetterò di danzare, risponderei “quando finirò di vivere”.”   Sono pienamente d’accordo con Rudolph!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...