Frasi tratte da libri di Gabriele d’Annunzio

“Riaccendere un amore è come riaccendere una sigaretta. Il tabacco s’invelenisce; l’amore, anche.”

“Ci sono certi sguardi di donna che l’uomo amante non scambierebbe con l’intero possesso del corpo di lei. Chi non ha veduto accendersi in un occhio limpido il fulgore della prima tenerezza non sa la più alta delle felicità umane. Dopo, nessun altro attimo di gioia eguaglierà quell’attimo.”

“Saremo felici o saremo tristi, che importa? Saremo l’uno accanto all’altra questo è l’essenziale.”

“Le mani de le donne che incontrammo una volta, e nel sogno, e ne la vita; oh quelle mani, Anima, quella dita che stringemmo una volta, che sfiorammo con le labbra, e nel sogno, e ne la vita.”

“Io vi amo come nessuna parola potrà mai esprimere. Ho bisogno di voi. Voi soltanto siete vera; voi siete la Verità che il mio spirito cerca. Il resto è vano; il resto è nulla.”

“Ama il tuo sogno se pur ti tormenta.”

“La parte migliore di me è sempre stata tua.”

“Ricordati di osare sempre. Anche con i venti contrari.”

“Che hai fatto in questi giorni?” Io le chiesi. “T’ho aspettato, e tu?” “Nulla. Ho desiderato di tornare.”           “Per me?” Ella mi domandò, timida e umile. “Per te.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...